Sistemi di recupero dell’energia del compressore

Come trasformare il compressore in una fonte di energia con il recupero del calore del compressore.

Come funziona il recupero del calore del compressore?

Fino al 94% dell’energia elettrica viene convertito in calore di compressione.

Senza recupero dell’energia, questo calore viene perso nell’atmosfera attraverso il sistema di raffreddamento e la radiazione.

È possibile utilizzare l’acqua calda recuperata dall’impianto ad aria compressa per scopi sanitari e per il riscaldamento, ma essa è particolarmente idonea per applicazioni di processo.

L’uso di acqua calda per il preriscaldamento delle caldaie o direttamente nei processi che richiedono una temperatura dell’acqua pari a 70-90 °C, consente di ridurre i costi delle fonti energetiche quali gas naturale e olio per riscaldamento.

Riducete il consumo di energia, eliminate le emissioni e risparmiate denaro

L’aria compressa rappresenta uno dei più importanti servizi per l’industria.

Ed è anche tra quelli che impegnano la maggiore quantità di energia.

Di conseguenza, un risparmio nell’energia del compressore avrà un impatto significativo sui costi e sull’ambiente.

Risparmiando sia i costi che l’ambiente

Se si osserva la tipica impronta ecologica di un compressore, l’energia consumata durante il suo utilizzo costituisce il 99% delle emissioni di CO2.

Poiché il consumo energetico rappresenta in genere oltre l’80% del costo del ciclo di vita di un compressore, un risparmio energetico nei sistemi di produzione di aria compressa avrà un impatto significativo non solo sulla tutela dell’ambiente ma anche sui profitti.

In generale, i sistemi di produzione d’aria compressa costituiscono il 10% del consumo industriale di energia elettrica e in alcuni impianti possono costituire sino al 40% della bolletta energetica.

A seconda del tipo di compressore che avete, offriamo una soluzione specifica per il recupero dell’energia.

Riutilizzo dell’energia termica per altri processi industriali che richiedono calore o vapore con compressori Atlas Copco della serie GA a iniezione di olio.

Chiamaci subito per conoscere il tuo risparmio!

Risparmio energia per serie GA
Sistemi per il recupero di energia da compressori della serie GA Atlas Copco

Unità di controllo per il recupero di energia ER 90-900 per compressori Atlas Copco della serie ZR oil-free raffreddati ad acqua. 

  • Fino al 105% del recupero di energia totale: trasformate il vostro compressore d’aria ZR raffreddato ad acqua, oil-free, in fonte di energia per l’acqua calda con un’ER, la nostra unità di controllo per il recupero di energia, fino a 900 kW.

  • Progettato per compressori di aria oil-free: possibilità di collegare fino a 4 compressori di aria ZR a 1 unità.

  • Riduzione delle emissioni di CO2: salviamo l’ambiente riducendo il consumo energetico. L’ER 90-900 consente alla vostra azienda di produrre in modo più sostenibile.

  • Bassi costi di esercizio: l’unità di recupero di energia è dotata di scambiatori di calore a piastre in acciaio inox, pompe con azionamento a velocità variabile e sistemi di controllo all’avanguardia. Tutti elementi che garantiscono una durata lunga e senza problemi.

  • Sistema di aria compressa ottimale: interfaccia singola per i sistemi di aria compressa e acqua calda. L’ER 90-900 regola anche la pressione e la temperatura dell’acqua di raffreddamento.

Recupero di acqua calda per numerose applicazioni

L’unità di controllo ER deve essere installata tra il compressore e i circuiti di raffreddamento e riscaldamento. Dal sistema di aria compressa è possibile recuperare acqua calda con una temperatura fino a 90 °C. Quest’acqua può essere utilizzata per scopi sanitari e per il riscaldamento ma è particolarmente idonea per applicazioni di riscaldamento dei processi. Il design modulare garantisce la facile integrazione in un’ampia gamma di applicazioni, anche nelle condizioni di lavoro più difficili.

  • alimenti e bevande 
    processi dell’industria casearia: pastorizzazione, bollitura, pulizia e sterilizzazione dei vassoi di cottura e dei prodotti di essiccazione.
  • industria chimica
    steam cracker termici, ribollitori e strippaggio, rilevazione del calore, controllo dell’umidità
  • industria farmaceutica 
    controllo della temperatura di fermentazione, processi di essiccazione e sterilizzazione, metodo di pulizia CIP (Clean In Place – pulizia sul posto), SIP (Sterilization In Place – sterilizzazione sul posto), sterilizzazione a contatto diretto nei bioreattori e nei fermentatori, barriere di vapore contro i batteri
  • industria tessile 
    colorazione dei tessuti, trattamento dei filati e delle fibre
  • industria della carta & della pasta di cellulosa   
    decolorazione, digestori, macchine per pasta di cellulosa ed evaporatori di liscivia nera. 
  • prodotti elettronici 
    controllo dell’umidità per l’assemblaggio dei componenti elettronici & la produzione 
  • applicazioni motrici 
    turbine a vapore
Dati tecnici risparmio energetico su ZR

 

Chiamaci Subito